Morte di un autore di Marija Elifërova

ImmagineMarija Elifërova è tra le autrici russe più occidentali del catalogo Voland: giovane professoressa di letteratura dell’Università Statale Russa, ha manifestato sin da giovanissima un’attenzione appassionata per la cultura inglese. Il suo primo romanzo, (Smert’ avtora – Morte di un autore, ma anche  dell’autore, come fa giustamente notare Valentina Parisi) è un riflesso limpidissimo di questa anglofilia, sviluppatasi poi in un impegno accademico a tempo pieno. Anche le sue ricerche nel campo delle letterature comparate trovano spazio nel romanzo, una sorta di bizzarro esperimento in cui storia e critica letteraria provano a coniugarsi. Già il titolo ci fornisce un forte indizio di metaletterarietà: un autore che parli di un altro scrittore (fittizio per giunta, quindi un prodotto anch’esso della letteratura) apre sempre le porte a un gioco di specchi letterari.
In una Londra ancora palesemente vittoriana e famelica di scandali,  attraverso la modesta voce della redattrice dietro cui la Elifërova si nasconde, viene ricostruita la cronaca di un presunto delitto. Alistair Mopper, scrittore di fama, è circondato nuovamente da un’aurea di successo, legata all’uscita del suo ultimo romanzo, “Il Boiardo Miroslav”, il racconto della vita avventurosa di un voivoda decaduto. Attraverso estratti, articoli di giornale, testimonianze tra le più varie e molto più spesso resoconti diaristici, si delineano le tre figure più importanti del romanzo: l’emaciato autore di cui conosciamo già il destino, il personaggio a cui si è ispirato per la creatura del suo romanzo, e un pubblico avido di storie e poco incline a credere a una realtà che non sia di suo gradimento. “Morte di un autore” è infatti una riflessione sulla letteratura mascherata da modesto romanzo gotico, che con l’aiuto di una scrittura semplice e senza pretese pone il lettore davanti alla questione fondamentale del rapporto tra realtà e finzione.

Troppo grande è infatti l’importanza della divisione tra vita e letteratura, e il romanzo in questione non pretende di index1affrontarla, ma semplicemente di raccontarla attraverso un esempio garbato e a suo modo avvincente, utilizzando la figura ammaliante e mai caricaturale di un vampiro bohémien. Simile a un definitivo eroe byroniano, il vampiro Miroslav si rivela un personaggio fatto di estremità aguzze, e di doti altissime e infime al contempo: il suo carattere è quello di un grande di altri tempi, ma la sua umanità è straziante e moderna. La misoginia sferzante, unita a un orgoglio smisurato rende Miroslav un personaggio lontano e vicino, che ci repelle e attrae insieme, come in un gioco mortale tra preda e predatore.
Trovo che l’intelligenza di un romanzo tuttavia così modesto, stia proprio nella riflessione sul rapporto tra pubblico, autore e prodotto editoriale. Alla fine della vicenda si lascia intendere che l’autore, Alistair Mopper, possa esser stato ucciso dalla sua stessa creatura, Miroslav: “Le muse sono morte, sono rimasti soltanto l’autore e il personaggio, così spietato da prosciugare le energie vitali del suo creatore, amico e assassino…”.
Ma nella vita di uno scrittore anche il pubblico sa, a volte, comportarsi come il più crudele dei vampiri, manovrando e dissanguando lentamente il proprio idolo senza alcuna pietà.

Marija Elifërova, “Morte di un autore”, traduzione di Massimo Pianta, pp. 240, €15, Voland, 2013
Giudizio: 3/5

 

shk1-11Marija Elifërova è nata nel 1980 nell’oblast’ di Orenburg, è attualmente vive a Mosca. Precoce traduttrice dall’inglese e appassionata anglofila, la Elifërova ha saputo sfruttare i numerosi viaggi londinesi incanalando la sua esperienza nel suo primo romanzo, Morte di un autore.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...